Opere

Percepire lo spazio, 1986Vernice acrilica per automobili su acciaio ondulato50' × 100'

Il murale “Percepire lo spazio” è un regalo visivo. Riguarda il brivido di essere consapevoli di se stessi nello spazio fisico. Ho sempre creduto che questa fosse la meraviglia in cui giocava la scultura.

L'immagine è stata disegnata sul sito guardando il muro bianco. Enrico chiese: "Con cosa vuoi adescare il muro?" Dissi: "Dipingilo d'argento" e in quel momento si aprirono per me nuove implicazioni spaziali e metafisiche. Tutti i dipinti e le stampe che ho realizzato nel 1987 sono nati da questo murale. È diventato un talismano universale di energia positiva, una semplice verità che ho accettato sull'esperienza edificante delle relazioni spaziali.

Visualizza due impalcature di 50 piedi con sei sfere di energia umana che corrono su e giù con pennelli e barattoli di vernice. È così che hanno collaborato le persone che hanno aiutato a dipingere il muro. È stato un privilegio sperimentare l'umanità della realizzazione di murales. Il successo visivo è stato determinato dalla condivisione collettiva di un'idea legata alla terra nel tentativo di trasmettere la sensazione di sconfinato. parco.

Dopo Shock Ding Dongs, 1987

Fiere

26 ottobre - 27 ottobre 1987 Fuori dentro
28 settembre 1986 - 31 marzo 1987 Mostra inaugurale