Opere

Cura del riposo, 2021Legno, cemento, altoparlanti, apparecchiature audio

Foto: Scott Lynch; Sofia Kjørum Austlid; disegno degli artisti per l'opera

Riprendendo la ricerca sulle isole portuali di New York City, inclusa la vicina Roosevelt Island (ex Welfare Island), come ex siti per i soggetti in quarantena, incarcerati e infermi, Andrea Ray crea Cura del riposo, un'installazione audio e scultorea che invita i visitatori a sdraiarsi e ad ascoltare. Un testo sonoro trasmette il nostro senso di alienazione correlato al COVID, ma lo trasforma in una rete di assistenza ampliata. Il progetto chiede: il ritiro dalla società causato dalla pandemia può aver creato una nuova soggettività politica, che riconosce la nostra natura intricata con tutte le altre?

CREDITI AUDIO
Basso solista: Dan Loomis
Attore audio: Robin Miles
Canzone: Quiet Star di Josh Werner

Un estratto

 

Estratto del componente audio dei Rest Cure che include il doppiatore Robin Miles e la canzone di Josh Werner, Quiet Star.

 

Acquisizione di Instagram

Informazioni sull'artista

Le opere d'arte interdisciplinari di Andrea Ray incarnano approcci sia visivi che uditivi ai soggetti della parentela, dell'attaccamento e della cura, tentando di riparare una soggettività alienata attraverso quelle che Ray definisce “affinità espanse””. Concentrandosi sulla possibilità di creare pieghe nel tempo attraverso il contatto affettivo tra la storia e le persone, il lavoro mira a produrre uno spazio di inconsapevolezza per interrompere il "normativo" e creare una posizione aperta da cui un soggetto è posto nella possibilità di sognare - sognando un terreno fresco di resistenza da come pensiamo di doverci relazionare. Il recente lavoro di Ray si avvicina agli studi di genere attraverso la lente dell'invenzione in cui il tempo e l'appartenenza sono riconfigurati oltre i vincoli di tradizione, consuetudine e legge. Forme di affinità femministe e queer sono centrali in questa ricerca e nel lavoro artistico.

Il lavoro di Ray è stato esposto all'Inter Arts Center di Malmö; Zilkha Gallery della Wesleyan University nel Connecticut; Sculpture Center, Apex Art, PS1 Clocktower Gallery e White Columns a New York; Skissernas Museum e Wanås Foundation in Svezia, nonché sedi a Dublino, Bruxelles e Torino. Ray è un Art Matters Fellow e due volte destinatario della New York Foundation for the Arts Fellowship. I premi per la residenza includono PS 1 MoMA, MacDowell Colony e Cité des Arts, Parigi. Il lavoro di Ray è stato incluso in Art Forum, Bomb Magazine, Zing Magazine, New York Times e Art News. Ray ha completato il Whitney Museum of American Art Independent Study Program e ha conseguito un dottorato di ricerca in Belle Arti presso la Malmö Art Academy nel 2018. Andrea Ray vive e lavora a New York.

Sito web: andrearay.net

Instagram: @aray5

Guida audio

Clicca qui sotto per ascoltare l'artista parlare del proprio lavoro.

Trascrizione audio disponibile su richiesta.

Esposizione