“Ultimamente mi sto davvero concentrando sulla raccolta di carte telefoniche prepagate Selena degli anni '90; Mi piacciono come una sorta di meta-valuta", l'artista Travis Boyer spiega i dettagli della sua ossessione di seguire il merchandising Selena su eBay. Il suo recente progetto a Socrate, parte del Borsa di studio per artisti emergenti 2016, è un omaggio alla defunta star di Tejano, Selena Quintanilla Perez e alla sua continua influenza popolare. Tratto dal primo design modernista, dal merchandising dell'industria artigianale del cantante e dai ricordi d'infanzia di Boyer, Selena Casting aperto unisce i tre in forma scultorea.

Selena è diventata popolare come la donna più riconoscibile nella musica Tejano, uno stile composto da musica popolare ibrida del Messico settentrionale, tedesca, afro-cubana e cumbia. La sua carriera è culminata in un crossover inglese poco prima della sua morte a 23 anni. Essendo cresciuta in Texas, Boyer era un'appassionata fan di Selena e ricorda quando è stata diffusa la notizia della sua morte e del modo in cui ha influenzato la comunità. “Ricordo le ragazze nei corridoi della scuola, che piangevano insieme in queste masse che decoravano le auto con nastri viola; nient'altro contava il giorno della sua morte e, nelle settimane e nei mesi successivi, hai visto fino a che punto il suo impatto ha raggiunto le persone".

Il titolo, Selena casting aperto, fa riferimento all'audizione aperta nazionale che si è tenuta per il film biografico del 1997, Selena. Alla fine, Jennifer Lopez, la cantante e attrice portoricana-americana nata a New York, è stata scelta per interpretare Selena, ma Boyer vede il casting che ha attirato migliaia di persone come una prova di quanto fosse e rimanga accessibile l'immagine di Selena. "Selena è diventata questa identità open source in cui le persone possono prendere e proiettare le proprie ambizioni".

"La storia di Selena è come quella di molti artisti, che combinano idee, attraversano questa sfida di leggibilità." Quando l'artista si trasferì per la prima volta a New York, visse a Williamsburg. Mentre era lì, ha notato piccoli memoriali pop-up su pali e recinzioni. “Erano questi conglomerati fatti di immagini, finti sempreverdi e orsacchiotti; Ho amato la loro natura sincera ed effimera”. Cestini in acciaio e repliche in ceramica di coppe commemorative Selena Big Gulp che adornano la torre della lampada invitano alla partecipazione collettiva.

"Voglio che la mia opera d'arte sia accessibile, al punto che le persone pensino a toccarla, ad aggiungerla". Boyer è interessato a vedere come le persone interagiscono con il pezzo e se lasceranno le proprie creazioni in omaggio. "Non è necessariamente un memoriale di Selena, ma un totem per i fan di Selena, mi chiedo se e cosa la gente lascerà nei supporti vuoti del pezzo".

Puoi sentire di più dall'artista nel suo Intervista radiofonica del 29 settembre con la stazione di Austin, Texas Standard.

<PRECEDENTEAVANTI>