21 ottobre 2023 – 5 maggio 2024 Inaugurazione: 21 ottobre 2023 (11:1 – XNUMX:XNUMX)

FNote sul campo: parti di un tutto
Disegni raccolti dai partecipanti alla Field Guide 2021-2023

Stampa in vinile
10 × 28 piedi

In mostra dal 21 ottobre 2023 al 5 maggio 2024

Chi siamo

Dal 2021, membri della comunità, vicini, bambini, genitori, nonni, artisti, musicisti, cercatori di semi, cuochi, giardinieri, agricoltori, osservatori di uccelli, scrittori, poeti, pensatori, cercatori, cercatori ed esploratori si sono riuniti a Socrates per costruire intenzionalmente un insieme di conoscenze.

Guida al campo è una proposta: 

Riunire queste persone per una serie di workshop sperimentali all’intersezione tra arte, apprezzamento ambientale e consapevolezza.

Piantare i semi nel parco per una crescita vivace: attirare gli impollinatori con piante autoctone, coltivare verdure fresche che possiamo mangiare direttamente dalla vite; per costruire relazioni tra noi e il mondo che ci circonda.

Costruire collettivamente un insieme di conoscenze su questo spazio e su noi stessi e archiviarlo in un nuovo almanacco degli agricoltori su questo momento di trasformazione. In ogni workshop abbiamo coltivato appunti e fotografie, istruzioni e haiku, opere d'arte e manufatti, pacchetti di semi e disegni.


Note sul campo: parti di un tutto
è un raduno:

Aneesa Razak ha raccolto e intrecciato questa costellazione di disegni e osservazioni Guida al campo partecipanti.

Audio-guida

Ascolta una vivace conversazione su Field Guide e Note sul campo: parti di un tutto con Douglas Paulson, direttore dell'istruzione, Aneesa Razak, artista e manager dell'istruzione, e Carla Heyward, partecipante alla guida sul campo a lungo termine

Trova la trascrizione completa QUI

Morso  (1;34 min)

Aneesa Razak, artista e responsabile della formazione, e Carla Heyward, partecipante alla Field Guide, discutono l'essenza della connessione, della creatività e della comunità delle note sul campo di Broadway Billboard da Field Guide.

Punti salienti della conversazione (6;59 min)

 

00; 00; 55; 00
AR: Ho visto per la prima volta il cartellone pubblicitario che avevo inventato a Socrates mentre stavo guidando con il mio amico, e lui indica il cartellone pubblicitario e dice "Guarda! Questo è tuo!" E io, mentre ci avviciniamo, vedo le piccole sagome diventare sempre più grandi. E poi all'improvviso dico, Oh mio Dio, ho preso la taglia giusta! Sembra fantastico! E tutti questi piccoli disegni di piante e frasi, quasi come annotazioni, e sono tutti disegni dei nostri laboratori che fondamentalmente diamo in questi quaderni con carta e distribuiamo pennarelli e chiediamo ai nostri partecipanti e visitatori di disegnare qualcosa o scrivere annotazioni su come si sentivano, forse su qualcosa a cui stavano pensando; attingere a qualcosa che hanno imparato.

AR: E conserviamo quei disegni, a volte le persone ci mettono sopra i loro nomi, a volte no. E quei disegni esistono con noi ormai da circa due – tre anni. E sono in un certo senso sentimentali perché li guardi indietro e a volte potresti ricordare esattamente di che laboratorio si trattava o quale persona lo ha fatto, o se era un bambino o un adulto, o un momento in cui qualcuno potrebbe aver detto qualcosa ed è semplicemente ambientato nel tempo in questi disegni.

00; 03; 27; 24
CH: E, sai, come partecipante, è molto bello perché arrivi sul pianeta Socrates di sabato, senza sapere davvero cosa aspettarti. All'inizio hai una sorta di idea su cosa tratterà il workshop, ma non sai quale sarà il tuo lavoro una volta completato, e non importa nemmeno se non completi nulla. La chiave è partecipare.

CH: E quello che mi è sempre piaciuto è che non solo mi sono divertito a creare qualcosa, ma mi sono davvero divertito anche a guardare cosa facevano gli altri. Quindi il tuo cartellone mostra un lavoro molto eclettico e dimostra che tutti hanno davvero un insieme di abilità artistiche, che tu lo riconosca o no, e anche questo è apprezzato. Quindi, quando lo guardo, immagino di essere ispirato perché mi fa pensare, oh cavolo, sai, ora forse espande la mia opera d'arte e le cose che sarei interessato a fare anche oltre la Field Guide. Ma la Field Guide è l'ispirazione.

00; 08; 13; 21
AR: Voglio dire, riceviamo persone da tutta la città e penso che sia sorprendente che qualcuno scelga un sabato, decida, voglio saperne di più su questa cosa o sono molto interessato a questo seminario, e fanno il loro viaggio e ottengono al Parco delle sculture Socrates. Ma credo anche che il mio preferito sia quando qualcuno che è del posto, qualcuno di Astoria, del quartiere, che non lo è mai stato veramente, che entra nel parco e lo interpreta come un parco di New York City, un posto normale dove andare, ma poi loro vedono queste strane sculture e dicono: “Cos'è questo? Cosa sta succedendo?"

CH: Giusto giusto.

AR: E poi vedono che si sta svolgendo un seminario e vengono e chiedono informazioni. E poi li invitiamo a quello successivo, e poi vengono, e poi scoprono una cosa completamente nuova. Forse piantare, forse esplorare le erbe. Ho imparato di più dalle persone che sono del posto e non hanno mai avuto uno spazio per istruirsi, e soprattutto dalle persone più anziane che vengono nei nostri seminari e dicono: “Wow! Non lo sapevo e sai, continuerò a venire qui. Mi rende super felice.

CH: È una cosa multidimensionale, penso, sai, presentati e sii aperto a qualunque cosa stia succedendo, fai un respiro profondo, rilassati e divertiti. Ed è un’esperienza meravigliosa, meravigliosa. Quindi, voglio dire, parlando per me ho acquisito molte conoscenze e alcuni nuovi amici. È una cosa bellissima.

11, 26, 13
DP: E poi, ovviamente, Socrates è un parco pubblico, quindi mina davvero quel fenomeno. All'improvviso ci sono artisti di livello mondiale e ci sono bambini che si arrampicano sul loro lavoro e poi ci sono come dei frisbee che si incastrano nell'arte, e i cani sopra, e poi è come se fosse arte contemporanea.

AR:

DP: Le persone stanno facendo cose straordinarie.

CH: Giusto giusto.

DP: Quindi sento che in questo disegno, nel cartellone pubblicitario che hai realizzato, questa costellazione di artisti funziona. È così evidente e, mentre lo dici, apre la porta. È il saluto perfetto perché apre la porta a – Oh, questo è uno spazio intergenerazionale.

CH: Cattura cosa sta succedendo.

DP: E uno spazio comunitario – è come questo disegno comunitario che Aneesa mette insieme. Ma è stato realizzato nel corso degli anni, forse da migliaia di persone.

Personale della guida sul campo

Aneesa Razek ha iniziato il suo periodo alla Socrates nel programma di creazione artistica del doposcuola Socrateens. Attualmente è co-conduttrice Guida al campo workshop con Doug e spesso puoi trovarli a cercare cibo negli Education Gardens.

Douglas Paulson è un artista e direttore della didattica presso il Socrates Sculpture Park.

Guida al campo i laboratori sono gratuiti e aperti al pubblico. Christina Delfico, Heidi Neilson, Anna Poaster, Pamela Reyes, Jeannette Rodríguez Píneda e Marcela Torres. hanno contribuito a modellare i contorni di Guida al campoe, naturalmente, tutti i partecipanti che vengono il sabato mattina con il sole o con la pioggia. Grazie.

Scopri di più sui nostri formatori di Field Guide QUI —>

Credito immagine: Credito fotografico: Joyce S. Chan, Immagine di lavoro 'FNote sul campo: parti di un tutto,' Aneesa Razek