7 novembre 2017 – 29 aprile 2018

SULL'OPERA D'ARTE

"Word on the Street: Love Not Hatred", una collaborazione tra l'artista Amy Khoshbin e la poetessa Anne Carson, è stata inaugurata il 7 novembre 2017 - il giorno delle elezioni. È il secondo Billboard di Broadway ad essere presentato in risposta al concorso inaugurale di Socrate per le proposte di cartelloni pubblicitari.

Questa puntata di Broadway Billboard fa parte della serie in corso di Khoshbin, "Word on the Street", un'iniziativa di arte pubblica tutta al femminile in collaborazione con il produttore di arte pubblica, House of Trees. La serie Word on the Street facilita la creazione e la presentazione di striscioni poetici da parte di acclamati scrittori e artisti visivi che, attraverso l'uso pubblico del testo visivo, possono parlare direttamente alle preoccupazioni urgenti e senza tempo dell'individuo, della comunità e della cittadinanza. Lanciato in risposta alle elezioni del 2016, Khoshbin ha originariamente creato striscioni dagli slogan scritti da Carson in risposta al panorama politico, che sono apparsi in una varietà di forum, dalle principali marce attraverso Washington DC alla Biennale di Whitney Houston.

Situato al Socrates Sculpture Park, "Word on the Street: Love Not Hatred" celebra l'etica inclusiva del Parco, così come le sue radici nell'organizzazione della comunità. Il cartellone cattura la sensazione artigianale e la consistenza del feltro dei segnali di protesta fai-da-te, evidenziando l'intersezione di movimenti artigianali e di resistenza.

Il testo utilizzato presenta la traduzione della studiosa di classici Anne Carson di un verso nell'"Antigone" di Sofocle, una tragedia che esplora lo stato di diritto, il dovere familiare e la disobbedienza civile. Il brano è la risposta di Antigone a Creonte, re di Tebe, che le proibisce di dare al fratello defunto, che considera un traditore, una degna sepoltura. Molti interpretano Antigone come una figura di rettitudine morale e un difensore impavido dei diritti individuali di fronte all'oppressione autorevole, dicendo la verità al potere.

GLI ARTISTI

Amy Khosbin

Amy Khoshbin è un'artista iraniana-americana con sede a Brooklyn che unisce performance, video, collage, musica e arti tessili. Ha mostrato il suo lavoro da solista e collaborativo in luoghi come Brooklyn Academy of Music (BAM), Leila Heller Gallery, Abrons Arts Center, National Sawdust, Mana Contemporary, NURTUREart e festival come River to River e South by Southwest. Ha ricevuto residenze presso The Watermill Center, Lower Manhattan Cultural Council's Workspace Residency 2014-17, Anderson Ranch, Mana Contemporary, Banff Center for the Arts in Canada, Team Effort! a Glasgow, in Scozia, presso la Tisch School of the Arts presso la New York University, e ha ricevuto il Rema Hort Mann Foundation Artist Community Engagement Grant. Khoshbin ha una laurea in Film and Media Studies presso l'Università del Texas ad Austin e un master presso l'Interactive Telecommunications Program presso la New York University.

Sito web: amy-khoshbin.squarespace.com

Instagram: @tinyscissors

Twitter: @tinyscissors

Anne carson

Anne Carson ha pubblicato numerosi libri di poesie, tra cui Float; Doc rosso>; La bellezza del marito: un saggio di fantasia in 29 tanghi, vincitore del Premio TS Eliot per la poesia; Autobiografia di Red; e discorsi brevi. Anche studioso di classici, Carson è il traduttore di Electra, If Not, Winter: Fragments of Saffo e An Oresteia, tra gli altri. È anche autrice di Eros agrodolce. I suoi premi e riconoscimenti includono il Lannan Literary Award, il Pushcart Prize, il Griffin Poetry Prize, una borsa di studio Guggenheim e la MacArthur Fellowship. Attualmente insegna nel programma di scrittura creativa della New York University.

SUL TEGNO DI BROADWAY

La serie The Park's Broadway Billboard è stata lanciata nel 1999 e ha caratterizzato opere di oltre 30 artisti, tra cui Edward Burtynsky, Meschac Gaba, John giorno, Douglas Gordon, Michele Gio, Ranger urbani di Los Angeles, Wangechi Mutu, Caterina Opie, Duca Rileye Hank willis thomas.

La selezione del 2017 è la prima volta che un Billboard Billboard sarà presentato attraverso un concorso aperto. Intitolato "Open Call/Call to Action", il concorso è stato lanciato all'indomani delle elezioni del 2016 e ha chiesto proposte per affrontare le idee del pubblico, della cittadinanza, del collettivismo, della rappresentanza e delle libertà democratiche. Il cartellone di Guillaume Légaré, 'Benvenuto,' è stata la prima presentazione in risposta al concorso e si è aperta il 4 luglio 2017, Giorno dell'Indipendenza.