5 maggio - 2 settembre 2019

SULLA MOSTRA

Comunicati Stampa

Catalogo Prodotti

"Chronos Cosmos: Deep Time, Open Space" trasforma il Socrates Sculpture Park in una porta verso l'universo, presentando opere d'arte che considerano lo spazio, il tempo e la materia in relazione alle entità celesti e ai processi legati alla terra. Nell'ambiente all'aperto del parco sul lungomare di Long Island City, la mostra utilizza la scala per contestualizzare l'universo, creando punti di connessione con lo spazio e il tempo.

"Chronos Cosmos: Deep Time, Open Space" sarà in mostra al Socrates Sculpture Park dal 5 maggio al 2 settembre 2019. Gli artisti partecipanti includono Radcliffe Bailey, Beatrice Cortez, Alicja Kwade, Edoardo Navarro, Heidi Neilsone Oscar Santillan con nuove commissioni di Miya Andò, Guglielmo Lamsone (MDR) Maria D. Rapicavoli.

Informato dalla posizione della Terra in un vasto universo, "Chronos Cosmos: Deep Time, Open Space" ingrandisce lontano, con prospettive cosmiche, varie scale di tempo e spazio e gesti speculativi. Le nozioni di tempo, storia, spazio e sito di ogni artista sfidano il sistema regnante regolato da standard tecnocratici e coloniali.

Insieme le opere rivelano una coesistenza di tempi disgiunti nel nostro mondo contemporaneo: tempo misurato e cronometrato, tempo biologico ritmico, tempo terreno, tempo che scorre dell'esperienza umana, tempo anticipatorio, tempo storico e anacronistico, tempo seriale e simultaneo, oltre che tecnologicamente tempo mediato.

Situando una coscienza contemporanea tra le origini della Terra e l'espansione dell'universo, queste opere orientano ciascuna in modo univoco lo spettatore nel tempo e nello spazio per produrre un rinnovato senso di meraviglia verso il nostro pianeta. Questa prospettiva crea il potenziale per modalità alternative di relazioni sociali, coesistenza sostenibile tra uomo e pianeta e agenzia politica.

Le opere sono informate da una varietà di fonti, tra cui fisica atomica, astronomia amatoriale, teoria afro-futurista e storie non occidentali e prospettive e conoscenze antiche.

SULLE OPERE

• Quello di Miya Ando '銀河 Ginga (Fiume d'argento),' intitolato con la parola giapponese per galassia, attinge alla comprensione giapponese del tempo come informato e sperimentato attraverso il mondo naturale. Sospesa lungo la costa dell'East River del Parco, questa nuova commissione di 180 piedi lineari presenta la Via Lattea stampata su un tessuto traslucido che fluttua nel cielo, collegando così due fenomeni naturali associati al tempo: lo scorrere del fiume e l'allineamento delle stelle.

• quello di Radcliffe Bailey 'Vaso III' suggerisce un ordinamento fluido dello spaziotempo in cui passato, presente e futuro si mescolano nei ricordi e nell'anticipazione dell'esperienza vissuta. L'acciaio e la scultura sonora fondono l'estetica di una capsula spaziale con un bunker per evocare temporalità e storie con un paesaggio sonoro.

• quello di Beatriz Cortez 'Tzolk'in,' un'opera in acciaio in due parti, è ispirata e prende il nome dal calendario Maya di 260 giorni. Insieme, le sculture incarnano il concetto di simultaneità, ciascuna montata con ingranaggi che segnano sia il tempo ciclico che quello lineare dell'America precolombiana. Questa scultura è stata originariamente commissionata da Negozio di orologi per l' Progetto Papillon, con una scultura sorella installata al Museo del martello per Prodotto a Los Angeles 2018.

• quello di Alicja Kwade 'RIVOLUZIONE (Gravitas)' è un'opera in acciaio inossidabile e pietra che ricorda sia le orbite planetarie nello spazio che il diagramma dell'atomo di Niels Bohr. Il pezzo unisce due campi di osservazione, in macro e micro, che informano i nostri concetti di spazio e tempo.

• William Lamson 'Sottoterra' l'installazione di più piattaforme esegue la lunga percolazione del tempo geologico attraverso una serie di bacini d'acqua, filtri e materiale sia accumulato che eroso. Elementi in calcestruzzo colato che ricordano stalagmiti e stalattiti e fossili fungono da tracce del tempo aggregato e istantaneo.

• Di Eduardo Navarro 'Parco giochi galattico' un campo di gioco e di osservazione esagonale largo 42 piedi, opera come una meridiana lirica, con l'ombra di uno gnomone che punta a versi dipinti invece che a numeri. Questi testi poetici suggeriscono modi alternativi di incarnare lo spazio e il tempo all'interno dell'universo.

• Heidi Neilson 'Freccia lunare – lunga durata' scivola attorno a una ruota che punta nella direzione della luna, invisibile nel cielo o dall'altra parte del globo. La scultura scandisce il tempo attraverso i movimenti della luna, ma ci riorienta anche nella nostra posizione nella vastità della galassia, come piccoli segnali su un'enorme sfera che ruota nello spazio.

• MDR (Maria D. Rapicavoli) "Un messaggero stellato" la nuova commissione esplora il tempo e lo spazio combinando tecnologie aeree telescopiche anacronistiche e contemporanee. Modellata sul telescopio di Galileo, questa scultura scolpita in alabastro presenta immagini riprese dai sistemi di sorveglianza satellitare, consentendo al cielo di guardare indietro verso la Terra.

• Quello di Oscar Santillan "Solaris: il deserto che guarda indietro a se stesso" sul cartellone pubblicitario di Broadway del parco c'è un'immagine del deserto di Atacama in Cile catturata attraverso una lente di vetro che l'artista ha realizzato con la sabbia raccolta lì.

SUPPORTO

"Chronos Cosmos: Deep Time, Open Space" è organizzato da Socrates Sculpture Park e curato da Jess Wilcox, Direttore delle mostre. La mostra è resa possibile grazie al generoso sostegno della Andy Warhol Foundation for the Arts, della Lily Auchincloss Foundation e della Shelley & Donald Rubin Foundation. Il programma espositivo di Socrates è finanziato da Mark di Suvero, Sidney E. Frank Foundation, Maxine e Stuart Frankel Foundation , Agnes Gund, Lambent Foundation, Ivana Mestrovic, Mr. and Mrs. Thomas W. Smith, Plant Specialists, e Spacetime CC "Chronos Cosmos" è finanziato, in parte, da fondi pubblici del Dipartimento per gli affari culturali di New York in collaborazione con il Consiglio comunale e Consiglio per le arti dello Stato di New York con il sostegno del Governatore Andrew M. Cuomo e della legislatura dello Stato di New York.

COLLEGARE

Partecipa alla conversazione sui social media taggando Socrates Sculpture Park (@SocratesPark) e usando gli hashtag #SocrateSculpturePark e #ChronosCosmos durante la pubblicazione.