12 maggio – 4 agosto 2013 Inaugurazione: 12 maggio 2013 (2 – 6)

Artista

La scultrice di Brooklyn Heather Rowe indaga lo spazio di transizione tra architettura, scultura e installazione attraverso inquadrature prospettiche, inversione formale e decostruzione materica. L'ultimo lavoro di Rowe, Beyond the Hedges (Slivered Gazebo), è un'installazione site-specific di specchi, corridoi e sezioni spaziali presentata al Socrates Sculpture Park; è la sua prima opera d'arte pubblica all'aperto.

Beyond the Hedges (Slivered Gazebo) ha invertito le relazioni di routine che abbiamo con ciò che ci circonda ristrutturando le esperienze architettoniche familiari e reinventando. Mentre molti sperimentano l'architettura in uno stato di distrazione, Beyond the Hedges ha invitato i visitatori del parco a concentrarsi oltre il nostro spazio attuale.

Per il suo progetto a Socrates, Rowe ha interpretato il tradizionale gazebo o traliccio - strutture tipicamente collocate all'interno di un parco per incorniciare viste pittoresche - come uno spazio dimensionale tagliato e ritagliato che, racchiuso tra pezzi di compensato, diventa la vista incorniciata. Ispirato al libro illustrato di Peter Joel Harrison Gazebos and Trellises, il compensato modella i fragili momenti sospesi del padiglione del giardino, congelato in precari stati di degrado o disfacimento. A complicare la rete interna di tralicci sono stati inseriti specchi, offrendo una relazione attiva con l'ambiente naturale e con i visitatori del Parco.

Informazioni sull'artista

Heather Rowe è un'artista con sede a Brooklyn, New York, che ha conseguito il MFA alla Columbia University. Ha esposto in numerosi musei e gallerie tra cui MoMA PS1, Long Island City, New York; Museo d'arte di Indianapolis, Indianapolis, Indiana; Museo d'arte dell'Università del Michigan, Ann Arbor, Michigan; Galerie Zink, Berlino, Germania; D'Amelio Terras, New York; Galleria Michael Benevento, Los Angeles; Sala da ballo Marfa, Texas; Galleria Andrea Rosen, New York; Colonne bianche, New York; e Artists Space, New York; e nel 2008, il suo lavoro è stato presentato alla Biennale di Whitney.