Mark di Suvero, Vecchia gloria, 1986

LINK VELOCI

OVERVIEW

Nel 1986, lo scultore visionario Mark di Suvero ha fondato il Socrates Sculpture Park come spazio artistico accessibile e impegnato nella comunità dedicato al supporto degli artisti nella produzione e presentazione di opere d'arte pubbliche. Socrates è stato designato come parco pubblico di New York City nel 1998, assicurando che la terra sarebbe stata protetta per le generazioni a venire. Oggi il Parco è saldamente affermato come punto di riferimento culturale nel Queens, producendo mostre d'attualità di arte pubblica contemporanea e offrendo una solida programmazione che coinvolge intimamente il paesaggio del lungomare di cinque acri e un pubblico diversificato.

Il Parco si impegna a servire gli artisti, dall'inizio della carriera alla fama internazionale, fornendo una piattaforma aperta per l'arte pubblica e incoraggiando ambizioni illimitate in termini di dimensioni e argomenti. La stragrande maggioranza delle opere d'arte esposte a Socrates sono costruite in loco nello spazio dello studio dell'artista all'aperto. Ciò offre ai visitatori del Parco l'opportunità unica di assistere al processo artistico spesso laborioso. Il Parco rimane aperto al pubblico anche durante l'allestimento e il disallestimento della mostra.

Socrate non ha una collezione permanente e tutte le opere d'arte sono temporaneamente in mostra. È disponibile un archivio di ogni mostra del Parco QUI ed è disponibile un archivio ricercabile di oltre 1,000 artisti Socrate QUI. Inoltre, puoi sfogliare una biblioteca digitale di cataloghi e pubblicazioni di mostre QUI.

Il Parco presenta tipicamente tre principali iniziative di arti visive ogni anno: la mostra Primavera/Estate; Borsa di studio e mostra "The Socrates Annual" e serie The Broadway Billboard.

LA FIERA PRIMAVERA/ESTATE


Miya Ando, ​​'Ginga (Silver River),' 2019. Foto: Nicholas Knight Studio

Il Parco impegna ogni anno artisti di fama internazionale per presentazioni personali o di gruppo durante i mesi primaverili ed estivi. Negli ultimi anni abbiamo commissionato importanti progetti ad artisti acclamati tra cui Jeffrey Gibson, Virginia Overton, Guadalupe Maravilla, Rione Nari, Agnese Denes, e MegaWebster.

'L'ANNUALE DI SOCRATE'


Marius Ritiu, 'Rock'n Roll (Sisyphus – Parte II),' 2019. Foto: Scott Lynch

Ogni anno, una giuria seleziona un gruppo di artisti per la borsa di studio "The Socrates Annual" attraverso una procedura competitiva di candidatura aperta. Artisti compresi Sable Elyse Smith (2016) David Brooks (2009) Leilah Babirye (2018) Hank willis thomas (2006) Orly Genger (2004), e Sanford più grandi (2001) hanno partecipato al programma di borse di studio sin dalla sua formalizzazione nel 2000.

A ciascuno degli Artist Fellow viene assegnato uno stipendio di produzione, l'accesso allo studio dell'artista all'aperto del Parco, nonché il supporto tecnico e amministrativo necessario per realizzare ambiziosi progetti di arte pubblica. La borsa di studio culmina tradizionalmente in autunno con la mostra "The Socrates Annual", che mette in mostra i diversi approcci artistici, mezzi e argomenti dei Fellow, comprendendo un'avvincente rassegna delle pratiche dell'arte contemporanea.

La domanda per la borsa di studio "The Socrates Annual 2024" è chiusa. Rimani aggiornato su informazioni importanti, comprese le scadenze, iscrivendoti al Parco newsletter e seguendo Socrate Facebook, Instagrame Twitter.

Mostre precedenti

2001 | 2002 | 2003 | 2004 | 2005 | 2006 | 2007 | 2008 | 2009 | 2010 | 2011 | 2012 | 2013 | 2014 | 2015 | 2016 | 2017 | 2018 | 2019 | 20202021 | 2022  | 2023

 

Tabellone per le affissioni a Broadway


Dread Scott,'To The Avengers of the New World', 2019. Foto: Sara Morgan

Dal 1999 Socrates ha attivato il cartellone pubblicitario sopra l'ingresso principale del Parco con una serie in corso di opere commissionate ad artisti affermati tra cui John giorno, Douglas Gordon, Michele Gio, Ranger urbani di Los Angeles, Wangechi Mutu, Chitra Ganeshe Duca Riley. In risposta alle elezioni presidenziali del 2016, Socrates ha organizzato un concorso a inviti per il Broadway Billboard sui temi della democrazia e dell'identità americana. Le proposte vincitrici sono state 'Benvenuti' di Guillaume Legaré e 'Word on the Street: Love Not Hatred' di Amy Khoshbin e Anne Carson.

FOLLIA/FUNZIONE


School Studio, "Gli oggetti nello specchio sono più vicini di quanto sembrano", 2019. Foto: Sara Morgan

Folly/Function è stato un concorso di architettura e design in collaborazione con L'Architectural League di New York. Il programma lanciato nel 2012 per indagare l’intersezione tra scultura e architettura attraverso la struttura concettuale delle “follie” – strutture temporanee che intenzionalmente non hanno alcuno scopo pratico. Il programma si è evoluto per fondere forma e utilità, rispondendo alle esigenze strutturali all'interno del Parco.

I vincitori del concorso Folly/Function hanno ricevuto un sussidio di produzione, l'accesso allo studio all'aperto del Parco, nonché il supporto amministrativo e tecnico da parte di Socrates e The League. I progetti completati di Folly/Function venivano tradizionalmente esposti al Parco durante i mesi estivi.

*Il programma Folly/Function è stato interrotto nel 2020

Proposte vincitrici precedenti: