Dopo l'incontro casuale con l'attore Christopher Walken a una festa diversi anni fa, artista EAF16 Bryan Zanisnik "Sapevo che volevo creare un'opera scultorea su di lui." Così, quando il Socrates Sculpture Park ha lanciato una chiamata aperta agli artisti chiedendo loro di rispondere al suo sito e alla comunità del Queens, Zanisnik sapeva di volersi concentrare su Walken, che era nato ad Astoria e la cui famiglia ha posseduto "Walken's Bakery" per molti decenni nelle vicinanze di Broadway. . Con questa storia in mente, Zanisnik ha immaginato uno scenario in cui il DNA dell'iconico attore è trapelato nel terreno del quartiere e ha portato alla germinazione dei "funghi" Walken a Socrate. 

L'ultimo pezzo si intitola Monumento a Walken ed è diventata una sensazione su Instagram all'apertura della mostra. Il progetto di Zanisnik presenta una serie di teste di cemento dalle proporzioni realistiche, che portano la caratteristica somiglianza di Walken, che sono ancorate alla terra da pilastri a forma di collo. Le teste sono sparse a terra sotto l'ombra di alcuni alberi, una configurazione che – come intende l'artista – ricorda la crescita dei funghi selvatici. Zanisnik ha anche collaborato con l'artista Erik Winkler, che ha creato un'opera ispirata a Walken comico ospitato nelle vicinanze in una vetrina di informazioni in stile trailhead.

La pratica artistica complessiva di Zanisnik è legata, nelle sue parole, a "un interesse acquisito per la cultura e l'identità americane, influenzato dalla mia crescita nei sobborghi del New Jersey". In quel contesto, il suo pezzo su Socrates può essere letto come una stravagante rivisitazione del fenomeno tipicamente americano della costruzione di monumenti alle celebrità nelle loro città natale.

<PRECEDENTE